logosiglanew

ESTATE 2017 Laboratorio di divulgazione astronomica

logosiglanew

Seminari divulgativi e osservazioni telescopiche
ESTATE 2017 – organizzato da   Centro Ricerche Astronomiche  Lecce

CALENDARIO E PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’
Torre di Torre Lapillo

Sabato  1 luglio
Ore 20:00

Seminario: Saturno e le sue lune (Antonio Congedo).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Francesca Strocchio)
Osservazioni telescopiche: Saturno, Giove, Luna, ammasso stellare aperto M11, detto “ammasso dell’anatra selvatica” (Guido Pignatiello)

Sabato 15 luglio
Ore 17:00

Seminario : Il Sole, la nostra stella (Antonio Congedo).
Osservazioni telescopiche dell’attività sulla superficie solare (Guido Pignatiello, Ferdinando De Micco).

Ore 20:00

Seminario: Giove, il gigante gassoso (Antonio Congedo).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Francesca Strocchio).
Osservazioni telescopiche: Saturno, Giove, la “nebulosa anello” M57, nella costellazione della Lira (Guido Pignatiello)

Sabato 29 luglio
Ore 17:00

Seminario : Il Sole, la nostra stella (Antonio Congedo).
Osservazioni telescopiche dell’attività sulla superficie solare (Guido Pignatiello, Ferdinando De Micco).

Ore 20:00

Seminario: La formazione dell’Universo (Antonio Congedo).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Francesca Strocchio).
Osservazioni telescopiche: Giove, Giove, Luna, la stella doppia Albireo, con il fascino dei suoi colori (Guido Pignatiello)

Sabato 12 agosto
Ore 17:00

Seminario : Il Sole, la nostra stella (Antonio Congedo).
Osservazioni telescopiche dell’attività sulla superficie solare (Guido Pignatiello, Ferdinando De Micco).

Ore 20:00

Seminario: Comete, asteroidi e meteore (Antonio Congedo).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Francesca Strocchio).
Osservazioni telescopiche: Saturno, ammasso stellare aperto M11, detto “ammasso dell’anatra selvatica”  (Guido Pignatiello).

Sabato 19 agosto
Ore 20:00

Seminario: Esopianeti ed abitabilità planetaria (Francesca Strocchio).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Antonio Congedo).
Osservazioni telescopiche: Saturno,  ammasso stellare globulare M13, nella costellazione di Ercole (Guido Pignatiello).

Sabato 26 agosto
Ore 20:00

Seminario: La Via Lattea (Antonio Congedo).
Orientamento fra le costellazioni e gli oggetti celesti del periodo (Francesca Strocchio).
Osservazioni telescopiche: Saturno, ammasso stellare aperto M11, detto “ammasso dell’anatra selvatica” (Guido Pignatiello)

Buon compleanno Dea nasa
sorrisi_b

DUE SORRISI TRA LE STELLE

sorrisi

Risolto il mistero del sorriso della Gioconda: Monna Lisa non è ambigua ed enigmatica, come si è detto per secoli, ma semplicemente contenta….

leggi tutto da  ANSA

Mona Lisa is always happy – and only sometimes sad…

leggi tutto da  NATURE.COM

Buon compleanno Dea nasa
Nasa hubble our place in space

Our Place in Space

ourplaceOur Place in Space to launch in Venice

Astronomy and art combine in a brand new Hubble-inspired exhibition

 

DALL’1 FEBBRAIO A VENEZIA

Nasa hubble our place in space

 L’arte di Hubble sul Canal Grande

Su iniziativa della Nasa e dell’Esa apre a Venezia una mostra unica nel suo genere, ”Our Place in Space”: uno strabiliante viaggio nelle profondità del cosmo attraverso le immagini del telescopio Hubble, accompagnate da opere create ad hoc da una decina d’artisti italiani contemporanei [leggi l’articolo…]

Our Place in Space to launch in Salento

da Atlante Astronomico Salentino al Museo Faggiano Pubblicato il 16 dicembre 2012

L’associazione C.R.A. (Centro Ricerche Astronomiche “ Isaac Newton “) di Lecce, diretta dal Dott. Guido Pignatiello, ha organizzato, presso il Museo Faggiano (di Luciano Faggiano, Via A. Grandi 56), un giornata di presentazione della mostra fotografica “Atlante Astronomico Salentino”.
L’obiettivo della mostra, su idea dell’astrofilo Ferdinando De Micco, è quello di avvicinare il grande pubblico alle bellezze dell’Universo attraverso un parallelismo tra spazio vissuto e spazio visivo, per mezzo di attività senso – percettive.
Il percorso prevede il “racconto” dell’evoluzione della Stella variabile V838 Monocerotis (situata nella costellazione dell’Unicorno a circa 20000 anni luce dal Sistema solare), e si servirà di pannelli fotografici esplicativi in parallelo alla storia del museo Faggiano.
Si partirà dal livello 0, della composizione stratigrafica (V sec. a.C. – epoca Messapica) dell’edificio per proseguire nei diversi livelli di costruzione delle epoche storiche successive. L’itinerario si concluderà, poi, sul terrazzo dell’edificio nell’antica Torre di avvistamento, con l’osservazione diretta del Sole, grazie all’utilizzo di telescopi solari.
L’Atlante Astronomico Salentino e la composizione fotografica relativa mostra fotografica, è stata realizzata in occasione dei 20 anni di attività del telescopio spaziale Hubble e fa parte della collezione dell’Hubble Pop Culture Contest ESA/Hubble.
L’iniziativa sancisce la collaborazione dell’associazione C.R.A. di Lecce e del Museo Faggiano per l’organizzazione di attività astronomiche-divulgative e la promozione del territorio salentino.

atlante_astronomico_salentino

Pittura

La ‘Natività’ più antica ha 5.000 anni

Pittura rupestre nel Sahara scoperta direttore museo Prato

(ANSA) – MILANO, 22 DIC – Il bambino vicino ai genitori, due animali nelle vicinanze, un astro all’orizzonte: potrebbe essere la ‘Natività’ ante-litteram più antica mai scoperta finora, quella raffigurata in una pittura rupestre fatta 5.000 anni fa in una piccola grotta del deserto del Sahara egiziano, ribattezzata come ‘Grotta dei Genitori’. A sostenerlo è il geologo Marco Morelli, direttore del Museo di Scienze Planetarie di Prato, che l’ha scoperta durante una spedizione che aveva come obiettivo l’esplorazione di alcuni siti tra la valle del Nilo e il Gilf el-Kebir.
Il disegno è stato realizzato sul soffitto della grotta in ocra rosso-bruno, probabilmente da tribù nomadi di cacciatori e raccoglitori del Neolitico. ”Sono stato sorpreso dall’incredibile somiglianza con la Natività cristiana”, racconta Morelli all’ANSA. ”E’ probabile che rappresenti una raffigurazione ‘classica’, per quel periodo, della nascita di un bimbo e della formazione di un nucleo familiare, oppure di rituali di auspicio per la nascita di un figlio”.

FotoUA

Prof. Marco Morelli Ferdinando De Micco e Guido Pignatiello

XLVII Congresso Unione Astrofili Italiani

Maggio 2014 a Castiglione dei Pepoli (BO) presso il PalaPepoli

locandinapastore

ANTIKYTHERA CALCULATOR EPICYCLIC GEARING AND THE CELESTIAL PLANETARY MOVEMENT

loghi-istituz

XVIII Settimana della Cultura Scientifica
3 – 9 marzo 2008

SEMINARIO

IL ROTISMO EPICICLOIDALE DEL
CALCOLATORE DI ANTIKYTHERA E IL
MOTO PLANETARIO CELESTE

Relatore: Prof. Ing. Giovanni Pastore
introduce: Ferdinando De Micco C.R.A. Lecce

Giovedì 6 Marzo 2008 – h. 16.00

Sala Conferenze – ex Monastero degli Olivetani – Facoltà dei Beni Culturali

Università del Salento – Viale San Nicola – 73100 Lecce (Italy)

Ministero dell’Università e della Ricerca – XVIII Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica

 

libro-teodoro-brescia

Scultori di Stelle. Copertino: Presentazione del libro Il codice nel Cenacolo di Teodoro Brescia

Dopo la mappa astronomica individuata sulla più antica scena del Presepe, oggetto d’interesse di riviste e tv nazionali e internazionali, recensita anche dal TG Rai Leonardo, dal programma Voyager di Rai 2, da Discovery Channel e illustrata proprio in questi giorni alla “XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum”, cui interverranno anche il sottosegretario e il Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, l’antropologo Teodoro Brescia chiuderà la kermesse dell’Oktoberbook di Copertino presentando il suo nuovo libro Il codice nel Cenacolo, frutto di una nuova ricerca nella quale ha individuato ben dieci punti inediti nella famosa Ultima cena di Leonardo.
Introduce la presentazione Ferdinando De Micco, dell’Associazione Astrofili C.R.A. di Lecce.